I 9 migliori camini a bioetanolo pratici ed eleganti

Da sempre il camino simboleggia il fulcro della casa e lo spirito dell’intimità che vi si respira: il fuoco rappresenta calore e convivialità, serve a cuocere il cibo e a riscaldare una stanza, riunisce attorno a sé le persone ed è un angolo vicino al quale è decisamente piacevole rilassarsi.

Chi ama tutto questo, ma non ha la possibilità di godere del classico camino a legna, non deve rinunciare al sogno del camino, ma può installare un caminetto a bioetanolo, alimentato da un combustibile ecologico prodotto da sostanze vegetali fermentate.  

Veloce e facile da installare, non necessita di una canna fumaria, ma solo di un piccolo spazio dove installarlo, senza fumo e senza problemi di fuliggine, cenere e polveri sottili.

Le migliori camini a bioetanolo


Qual è il miglior camino a bioetanolo?

Il bioetanolo è un alcol biologico che non produce fumi da smaltire, per questo per il camino a bioetanolo non serve avere la canna fumaria ed è quindi la soluzione ideale che permette anche a chi vive in un condominio di avere il calore di un bel caminetto acceso dentro casa.

Nel serbatoio del combustibile situato all’interno del camino vi è una pietra particolare che assorbe il bioetanolo liquido e lo fa restare al suo interno, producendo una fiamma ma senza cenere, fumo o scintille.

Il camino a bioetanolo è semplice e veloce da installare, non necessita di manutenzione, e non servono permessi particolari per l’installazione. Basta semplicemente ricaricare il serbatoio del combustibile quando si esaurisce.

Dal punto di vista estetico, il camino a bioetanolo si inserisce molto bene in ambienti moderni e presenta una varietà di modelli: dal camino da incassare a parete, da appendere, al camino a terra o persino da tavolo, ed è adatto a chi ama uno stile moderno e minimal.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori camini a bioetanolo:

1. Camino a bioetanolo ad angolo bianco – Caminetti Moskau

Caminetto ad angolo ed etanolo gel camini Moskau -...

Acquista su Amazon

Questo camino ad angolo in fibra a media densità di marca Caminetti è estremamente grazioso e facilmente collocabile in qualunque angolo della vostra casa.

Il colore bianco e il design semplice e pulito lo rendono infatti particolarmente adatto a stili ed ambienti moderni.

Arriva smontato ma è semplice da assemblare e crea subito un’atmosfera di effetto e un gradevole calore attorno, andando così ad integrare il riscaldamento della stanza in cui è collocato.

Il camino ha un peso di 28 kg ed una potenza fino a circa 3,5 kw di riscaldamento; riempiendo il braciere la sua autonomia è di circa un’ora.

  • Dimensioni: 95 cm di larghezza x 65 cm di altezza x 60 cm di profondità
  • Punti di forza: il buon rapporto qualità prezzo e la versatilità 

2. Camino a bioetanolo nero con vetro protettivo – IPP Delta3

Biocamino, camino a bioetanolo Delta3 120cm x...

Acquista su Amazon

Un camino sicuramente di grande effetto estetico questo nero in acciaio inossidabile, verniciato a polvere, adatto per essere montato sulla parete o da incasso. Moderno ed elegante, darà un tocco esclusivo al vostro ambiente, essendo un raffinato complemento d’arredo anche da spento.

Se volete un prodotto che rispetta l’ambiente, sicuro e pratico, e che regala la calda atmosfera del camino, senza tutte le incombenze di pulizia legate al camino tradizionale, questa è la scelta giusta.

Ha un peso di 14 kg, ed è dotato di 3 x contenitori per biocarburanti, ciascuno da 0,4 litri, per una capacità totale di 1,2 litri; produce calore fino a 3 kw.

Il camino è inoltre dotato di una manopola che permette di gestire e regolare l’estensione e l’intensità della fiamma, ha un’autonomia che va dalle 3 alle 9 ore, ed è dotato di vetro protettivo.

Tutte le viti e i ganci sono compresi nel kit.

  • Dimensioni: 120 cm di lunghezza x 40 cm di larghezza x 17 cm di profondità
  • Punti di forza: la manopola che permette di regolare a piacimento l’intensità della fiamma

3. Camino a bioetanolo bianco – DF Shopping Emily Premium

Bio Caminetto Caminetti Camino Modello Emily...

Acquista su Amazon

Questo caminetto a bioetanolo bianco opaco, in legno e metallo, arriva già montato, completo di 3 lattine da 0,25 litri ciascuna per etanolo o gel combustibile, che consumano circa 3,5 kw, oltre a tre bottiglie da litro di etanolo, alla lana in ceramica per il risparmio del bioetanolo, e a un set di pietre bianche per l’estetica.

Lo stile di questo camino è adatto ad ogni angolo della vostra casa, il materiale lo rende solido e robusto oltre che esteticamente armonioso ed elegante; può essere un valido complemento nel riscaldare un ambiente, a cui dà un immediato tocco di stile e atmosfera.

Il camino ha un peso di 25 kg.

  • Dimensioni: 80 cm di larghezza x 68 cm di altezza x 32 cm di profondità
  • Punti di forza: l’estetica gradevole

4. Camino a bioetanolo in acciaio da incasso – Maison Rouge Apollo

APOLLO Camino al Bioetanolo a Muro Biocamino da...

Acquista su Amazon

Il caminetto a bioetanolo Apollo di Maison Rouge, che può essere incassato nel muro dentro una nicchia o su una parete, riunisce insieme l’originalità del design e la linearità delle forme, ed è molto raffinato, grazie al colore nero che si sposa con la cornice in acciaio.

Questo camino, che pesa 23 kg, è dotato di tre bruciatori da un litro ognuno; a muro, sulla vostra parete, darà un tocco di eleganza all’ambiente anche da spento, con il suo design straordinariamente pulito, ma elegante e moderno.  

A fiamma accesa, il risultato sarà un fuoco pulito, che appare in un riquadro sul muro, e scalda senza fumi, residui o cenere.

  • Dimensioni: 120 cm di lunghezza x 51 cm di larghezza x 19 cm di profondità
  • Punti di forza: il design elegante e moderno

5. Camino a bioetanolo bianco da pavimento – Stones Tete a Tete

Stones, Tete a Tete, Caminetto Al Bionetanolo,...

Acquista su Amazon

Questo articolo è un caminetto da pavimento, del peso di 23 kg, in metallo verniciato bianco opaco, vetro temperato e acciaio inox, dotato di un bruciatore a doppio strato da 1,5 lt e uno strumento di controllo della fiamma.

Il camino è molto bello esteticamente ed arreda come un vero e proprio mobile; al massimo dell’erogazione fornisce un buon livello di calore, in grado di riscaldare ambienti piccoli, e di integrare il riscaldamento già esistente in quelli più grandi.

Va installato solo su un pavimento solido e di materiale non infiammabile; è inodore e sicuro. Inserendo la lana di ceramica se ne ottimizza la resa, in quanto il bioetanolo ha una durata maggiore.

  • Dimensioni: 78 cm di lunghezza x 58 cm di larghezza x 25 cm di profondità
  • Punti di forza: molto decorativo ed esteticamente gradevole

6. Camino a bioetanolo in acciaio inox – Klarstein Phantasma Futur

KLARSTEIN Phantasma Futur - Caminetto a Etanolo,...

Acquista su Amazon

Va montato alla parete questo camino a bioetanolo di Klarstein, di alta qualità e del peso di appena 5.6 kg e con un serbatoio da 0,6 litri, per una durata totale della fiamma di 2 ore e dotato di ausilio per spegnere il fuoco.

Il camino è in acciaio inox spazzolato, per portare il calore di un caminetto in qualunque stanza della tua casa, senza fumi, cenere o altri inconvenienti.

Nella confezione è compreso, oltre al caminetto, anche un attizzatoio e un imbuto, oltre al libretto con le istruzioni per il montaggio.

L’articolo una volta montato si presenta in maniera molto elegante e discreta; è compatto e discreto.

  • Dimensioni: 85 cm di lunghezza x 85 cm di larghezza x 15 cm di profondità
  • Punti di forza: l’eleganza e la leggerezza; non è ingombrante ed è facile da montare

7. Camino a bioetanolo da parete in acciaio inossidabile – Interworld 24

Bio Camino e Brucia il gel XXL PLUS Design Camino...

Acquista su Amazon

Di facile installazione, molto elegante e pratico, questo camino a bioetanolo da parete è molto leggero, pesa infatti appena 9 kg, ed arriva già montato, facilissimo da posizionare.

In acciaio inossidabile, perfetto per chi ama gli stili moderni, puliti ed essenziali, sarà un oggetto molto ornamentale che non appesantirà la vostra parete, un oggetto che arreda molto gradevole da vedere, e che scalda anche la stanza.

L’articolo è completo di 6 lattine in bianco Lech da 0,25 litri, 7,5 cm diametro, 7,5 cm altezza e una fiamma Killer in acciaio INOX.

Il camino funziona sia con gel combustibile che con bioetanolo.

  • Dimensioni: 110 cm di lunghezza x 48 cm di larghezza x 21 cm di profondità
  • Punti di forza: arriva già montato, facilissimo da posizionare; buon rapporto qualità prezzo

8. Camino a bioetanolo nero da pavimento – Stones

Stones, FP, Caminetto A Bioetanolo Da Pavimento,...

Acquista su Amazon

Questo caminetto da parete in metallo verniciato nero, acciaio satinato e vetro temperato, oltre che facile da montare, è esteticamente un vero e proprio pezzo di arredamento, col suo design molto particolare.

Può da solo decorare una parete spoglia, e dare agli amanti del design moderno la possibilità di godere della fiamma del camino avendo nello stesso tempo un oggetto estremamente decorativo.

Con il suo bruciatore a doppio strato da 1,5 lt e lo strumento di controllo e regolazione della fiamma, riesce a riscaldare l’ambiente aumentando il calore del riscaldamento.

Il peso del camino è di 10 kg.

  • Dimensioni: 72 cm di lunghezza x 63 cm di larghezza x 22 cm di profondità
  • Punti di forza: l’aspetto estetico e decorativo, la facilità di montaggio

9. Camino a bioetanolo da incasso a parete – Sololed

Camino a Bioetanolo Da Incasso a Parete Con Vetro...

Acquista su Amazon

Un design straordinario, molto elegante e moderno, per questo camino a bioetanolo molto rifinito e di grande qualità, ideale da installare ad incasso a parete.

In acciaio inossidabile da 1, 5 mm e verniciato a polvere, con il telaio di colore nero opaco, ha un’ottima qualità della fiamma e riscalda con una potenza di 3 kw, per un’autonomia di 2 o 3 ore circa, grazie al bruciatore unico di cui è dotato, da 80 cm e con capacità di 1.5 litri.

Il caminetto è dotato di un coperchio per soffocare la fiamma, e si può chiudere parzialmente per regolarla; il vetro protettivo è incluso.

  • Dimensioni: 120 cm di lunghezza x 49 cm di larghezza x 16 cm di profondità
  • Punti di forza: l’aspetto estetico e la qualità dei materiali

RICORDA

Il bioetanolo è un carburante ecologico, rinnovabile e biodegradabile: la scelta del camino a bioetanolo è dunque una scelta ecologica molto importante. Anche dal punto di vista economico, questo tipo di camino è la scelta giusta, perché più economico rispetto all’acquisto del legno. Considerando quanto sono preziose le risorse degli alberi per il nostro pianeta, e tenendo conto che i camini a bioetanolo eliminano la necessità di abbattere la legna, questa si rivela essere la scelta più sensata anche per preservare il nostro pianeta.

Che cos’è il bioetanolo?

camino-a-bioetanolo

Il bioetanolo, o etanolo, è un alcol di origine biologica, rinnovabile, frutto della lavorazione di biomasse quali zucchero fermentato naturalmente, mais o altre piante, o rifiuti di produzione ricchi di glucosio; in alcuni casi, proviene da sottoprodotti forestali come polpa di legno e segatura. Poiché deriva da colture industriali, è rinnovabile e biodegradabile, oltre che poco costoso e abbondante.

È estremamente infiammabile ma provoca una combustione pulita, che lo rende una scelta ideale per l’installazione di un camino in casa, senza necessità di canna fumaria o di permessi particolari.

La fiamma generata dai vapori di questo combustibile è simile a quella del camino a legna, ma senza cenere né fumo o scintille.

Il bioetanolo o etanolo è alcol puro al 100 % denaturato, il che significa che è stato mescolato con additivi, che lo rendono tossico e sgradevole da bere, ma è un ottimo carburante.

CONSIGLIO

Se decidete di installare un camino a bioetanolo ma avete in casa bambini o animali, scegliete un modello dotato di vetro protettivo, per questioni di sicurezza, oppure scegliete come luogo dove installarlo una zona poco accessibile e difficilmente raggiungibile, ad esempio un punto più alto sulla parete.

Come funzionano i camini a bioetanolo?

Indipendentemente dal modello, tutti i camini di questo tipo generalmente funzionano allo stesso modo: il carburante viene aggiunto al bruciatore e questo viene acceso con un accendino lungo o in remoto.

In seguito il camino viene spento tramite una valvola o un coperchio, a seconda del modello.

A paragone col caminetto tradizionale, e con tutti gli aspetti che questo comporta (mucchi di cenere da rimuovere, fuliggine sulle finestre, accumulo di resine pericolosamente infiammabili all’interno del camino stesso) il camino a bioetanolo funziona in modo molto più semplice, eliminando tutte queste preoccupazioni.

E’ per questo che questo genere di camini non richiede una canna: perché bruciano in modo pulito ed efficiente, senza fumi pericolosi.

I camini a bioetanolo sono molto versatili e adattabili a ogni spazio: da parete, da incasso o sospesi, da appoggio oppure da tavolo o indipendenti, possono arricchire una parete spoglia, fornire un elegante divisorio tra due spazi o due ambienti, arredare un angolo della casa conferendogli una particolare atmosfera.

Quanto calore produce un camino a bioetanolo?

E’ necessario partire dal presupposto che questi camini non vengono generalmente utilizzati come fonte di riscaldamento primario, ma si affiancano piuttosto come ausilio ad un impianto di riscaldamento già esistente.

Un camino a bioetanolo produce in media tra i 2 e i 6 kw di calore all’ora, sufficiente per riscaldare uno spazio da 20 a 40 metri quadrati.

Se la stanza è di dimensioni inferiori a 20 mq, sarebbe necessario un mezzo per ventilarla e aerarla a dovere.

Il camino a bioetanolo impiega circa una quindicina di minuti per arrivare alla sua massima potenza di riscaldamento.

Tempi di combustione e consumi del caminetto a bioetanolo

Il tempo di combustione di un caminetto di questo tipo dipende dalle dimensioni della fiamma e dalla capacità di bruciare del combustibile. Si va da una fiamma di 1 kw/h a un riscaldamento di 3, 4, 5, 10Kw/h, perciò consumi e relativi costi dipendono dal riscaldamento prodotto.

La maggior parte dei camini può bruciare per un lasso di tempo tra 1 e 10 ore, mentre nella media da un caminetto standard ci si può aspettare una combustione di circa 4-5 ore.

Il prezzo medio del bioetanolo sul mercato, è di circa 3 euro a litro, e varia a seconda dei quantitativi ordinati.

Utilizzare un caminetto di questo genere ha un costo compreso tra 0,80 e 2,50 euro l’ora, a seconda della quantità di carburante che si sta utilizzando e delle dimensioni complessive del caminetto. Una volta esaurito il carburante, il caminetto a bioetanolo si spegnerà rapidamente.

Per riaccenderlo, occorre aggiungere altro carburante, ma attendendo che il bruciatore si sia completamente raffreddato da almeno 15 minuti.

Disponibilità e durata del carburante

Il carburante a bioetanolo è disponibile online e nei negozi di ferramenta. Al momento dell’acquisto è bene verificare sull’etichetta che il bioetanolo sia specifico per i camini. Il carburante a bioetanolo viene fornito in contenitori preconfezionati, sicuri, facili da conservare e non soggetti a scadenza.

Riempire il caminetto a bioetanolo

il-camino-a-bioetanolo

Riempire un caminetto a bioetanolo è semplice: basta aggiungere la quantità di combustibile consigliata dal produttore al bruciatore del caminetto.

Per fare questa operazione è meglio utilizzare un imbuto, che evita le fuoriuscite di prodotto. In caso di fuoriuscita, il combustibile che si trova all’esterno del bruciatore deve essere rimosso con un panno umido.

Abbiate cura di sciacquate bene le mani prima di accendere il bruciatore.

La sicurezza del camino a bioetanolo

Sotto molti aspetti questi camini sono persino più sicuri dei camini a legna o a gas, tuttavia, anche se sono facili da far funzionare e progettati in modo da essere usati al massimo della sicurezza, essi vanno utilizzati correttamente e seguendo regole e precauzioni precise.

Ci sono alcuni fattori a cui prestare attenzione quando si valuta la sicurezza di un caminetto di questo genere: anzitutto è bene orientare la propria scelta verso un articolo certificato da enti appositi. Infatti, poiché le certificazioni non sono richieste dalla legge e sono piuttosto costose, i produttori che investono in questi test annuali sono chiaramente più sensibili al problema della sicurezza dei loro prodotti.

Il caminetto per essere testato viene colpito con un oggetto pesante, per valutarne la robustezza, e viene valutata anche la sicurezza del bruciatore, inclinando il caminetto sino a una certa angolazione.

Anche il prezzo è un buon indicatore della sicurezza di un caminetto a bioetanolo: i camini più sicuri sono quelli più costosi, in quanto utilizzano materiali più robusti e che resistono al calore elevato.

Il peso di un caminetto ci dirà se è realizzato con acciaio inossidabile, più spesso e pesante, ed anche il peso del bruciatore è un fattore importante: un camino a bioetanolo più costoso avrà generalmente un bruciatore di qualità migliore, con un peso compreso tra 2-5 kg.

Altre caratteristiche di sicurezza sono il coperchio, che consente di regolare le dimensioni della fiamma o di spegnerla facilmente, e un vassoio di raccolta del carburante in caso di perdita.

Una precauzione da prendere quando si utilizza un camino di questo genere è quella di conservare il biocarburante lontano dal caminetto e fuori dalla portata dei bambini; se la stanza è piccola, si consiglia di utilizzare un rilevatore di monossido di carbonio.

Requisiti legali e normativa italiana per l’installazione di un camino a bioetanolo

Per l’installazione di un caminetto a bioetanolo non ci sono limitazioni legali o amministrative e non sono necessari particolari permessi. Poiché sono composti da elementi singoli assemblabili in modo semplice, la loro installazione può essere fatta direttamente dall’acquirente, seguendo le istruzioni.

Riguardo questi articoli, il CTI (Comitato Termotecnico Italiano) ha messo a punto la norma UNI 11518 che regola i requisiti di sicurezza, le caratteristiche, i metodi di prova e le prescrizioni tecniche e funzionali riguardanti i camini di questo tipo. 

Quindi al momento dell’acquisto, occorre verificare che gli apparecchi siano conformi alla norma UNI 11518, che sia ben visibile la placca segnaletica che illustra le caratteristiche dell’apparecchio (consumo orario, tipo di combustibile, nome e indirizzo del fabbricante), la placchetta di sicurezza che fornisce informazioni sul caricamento, e che vi siano in dotazione i relativi manuali di manutenzione, installazione ed uso.

Nel caso che abitiate in un condominio e vogliate installare nel vostro appartamento un camino a bioetanolo, è meglio che consultiate l’amministratore del condominio per accertarvi di conoscere tutte le eventuali norme in materia.

Per quanto riguarda l’aspetto assicurativo, è bene contattare la compagnia assicuratrice per aggiornare una eventuale polizza esistente, sia se questa è stata stipulata dall’amministratore per tutto il condominio, cioè per le parti comuni, sia se si tratta di una polizza privata che riguarda il vostro appartamento.

La maggior parte delle compagnie di assicurazione richiederà che il caminetto abbia comunque un certificato di sicurezza valido.

Installazione del camino a bioetanolo

I camini a bioetanolo non hanno bisogno di canne fumarie, prese d’aria o tubature del gas, il che rende la loro installazione veramente semplice.

I modelli a parete o sospesi vengono semplicemente fissati al muro, proprio come avverrebbe per un quadro, o un televisore. Una buona regola da seguire è quella di assicurarsi che il caminetto a parete sia posizionato ad una distanza di almeno 1 metro da tende, mobili e altri dispositivi.

I modelli di camino indipendente sono ancora più semplici. Dopo che il caminetto è stato assemblato, è sufficiente inserire il bruciatore all’interno, aggiungere combustibile e posizionare il caminetto dove si desidera utilizzarlo. Vale sempre la regola della distanza di sicurezza di 1 metro da altri oggetti.

Si noti che non è necessario mettere nulla sotto un caminetto indipendente, poiché non danneggerà i pavimenti. Basta quindi un cacciavite e in pochi minuti il vostro camino a bioetanolo sarà installato e pronto all’uso.

Spazi per il camino a bioetanolo

Se volete passare a questo tipo di camino, ma avete già lo spazio di un caminetto tradizionale, allora la soluzione è perfetta: il camino a bioetanolo può essere inserito in un caminetto chiuso preesistente con una installazione minima, senza dover fare grandi lavori di ricostruzione.

In alternativa, lo spazio per il camino può essere individuato in una parete, per renderla unica e originale, o incassando il caminetto nel muro.

Tutto quello che c’è da sapere sul camino a bioetanolo:

Come scegliere un camino a bioetanolo

  1. Definiamo anzitutto la grandezza della stanza dove vogliamo collocare il nostro camino, ben consci che più che una vera fonte di calore, questo articolo costituisce un complemento d’arredo; non possiamo quindi pensare di contare troppo su questo genere di camino a per scaldare una stanza grande, a meno di non prendere un camino adeguatamente grande, e comunque servirà sempre una fonte di riscaldamento primaria, come ad esempio il classico termosifone.
  2. Teniamo in considerazione che se viceversa posizioniamo il nostro camino in uno spazio troppo piccolo, sarà bene prevedere una fonte di aerazione della stanza: l’emissione del camino a bioetanolo consiste in vapore e anidride carbonica, pertanto non è pericolosa, ma è bene comunque avere nelle vicinanze una presa d’aria, una ventola oppure una finestra per cambiare l’aria e ripristinare il corretto livello di ossigeno.
  3. Calcoliamo attentamente lo spazio che abbiamo a disposizione per il camino, e in conseguenza di ciò scegliamo il modello più adatto. Da incasso, a parete, sospeso, da appoggio, a isola o da tavolo, ogni tipologia ha vantaggi e svantaggi, ma il camino a bioetanolo non richiede grandi spazi e vi sono anche modelli molto piccoli con ingombri minimi.
  4. Una tanica da 5 litri di carburante ingombra molto meno della legna destinata al camino tradizionale, per cui se lo spazio che abbiamo a disposizione è poco, la scelta del camino a bioetanolo è davvero ideale.
  5. Consideriamo l’aspetto estetico e il tipo di arredamento della stanza dove vogliamo collocare il camino, tenendo presente che generalmente questo tipo di camino si adatta bene ad ambienti molto moderni. Per gli amanti dello stile classico, tuttavia, esistono anche modelli più tradizionali che si sposano molto bene ad ambienti di questo tipo.
  6. A prescindere dal budget che avremo a nostra disposizione, e tenendo presente la regola spesso valida per cui di solito la qualità è direttamente proporzionale al prezzo proposto, diciamo che è preferibile optare per un caminetto a bioetanolo certificato, ed usare un combustibile di buona qualità; cosa che avrà un impatto anche sulla resa e sulla durata del caminetto.

Dove acquistare un camino a bioetanolo

  • Online, su Ebay, Eprice, Mano Mano e Amazon
  • Nelle grandi catene di magazzini e prodotti per la casa come Leroy Merlin, Bricofer, BricoBravo, ArchiExpo
  • Nei siti specializzati come outletarredamento.it, conforama.it, negozidiarredamento.it, biocaminishop.it, tuttobietanolo.it
  • Nei negozi specializzati del settore dei caminetti, dei complementi d’arredo e degli arredi rustici
  • Nei negozi e nei magazzini di ferramenta, di giardinaggio e di complementi di arredo per la casa e l’esterno

Come costruire un camino a bioetanolo


Domande Frequenti

🔥 Per installare un camino a bioetanolo occorre avere una canna fumaria?

Nella stanza in cui si vuole collocare il camino a bioetanolo non serve avere una canna fumaria, a differenza di quello che accade per i camini a gas o a legna. Questo è uno degli indubbi vantaggi di questa tipo di installazione.

Tuttavia, siccome le fiamme sprigionate da questa tipologia di camino consumano una parte dell’ossigeno nella stanza, è bene avere una presa d’aria che permetta di fare entrare l’aria fresca una volta ogni tanto.

🔥 La fiamma del camino a bioetanolo può essere utilizzata per cucinare il cibo?

Sì, il camino a bioetanolo può servire anche per cuocere gli alimenti, come una fiamma di un normale camino a legna o a gas.

🔥 Quanto costa far funzionare un caminetto a bioetanolo?

La quantità di combustibile richiesta per far funzionare un camino di questo tipo è in media di 5 o 6 litri ogni 25-30 ore di utilizzo del camino. Se vogliamo utilizzare un combustibile di buona qualità, la spesa complessiva si aggirerà intorno tra i 17 e i 20 euro circa.

🔥 I camini a bioetanolo riscaldano a sufficienza?

I camini a bioetanolo emanano calore, ma generalmente non in quantità sufficiente per essere l’unica fonte di calore in una stanza; diciamo che possono aumentare la temperatura di qualche grado, ma sono complementari ad una fonte di calore primario.

Quando vengono utilizzati all’aperto, producono calore solo nelle immediate vicinanze del camino, ma non oltre.

🔥 Le fiamme prodotto dal bioetanolo emanano odore?

L’aspetto migliore della combustione del bioetanolo è che non vengono prodotte particelle e fumi pericolosi. Poiché la fiamma che si sprigiona da questo tipo di camino è una fiamma a tutti gli effetti, vi potrà essere un leggerissimo odore di questa sostanza durante la combustione, anche perché nulla di ciò che brucia può essere completamente inodore.

L’odore, tuttavia, è appena percettibile e nel 99,9% dei casi non disturba in alcun modo le persone.

🔥 Quanto riscalda un camino a bioetanolo?

Un caminetto di questo tipo può arrivare a riscaldare un soggiorno di dimensioni medie, aumentando la temperatura tra i 3 e i 5 gradi circa, l’equivalente di una stufa elettrica con una impostazione media.