Rubinetto bagno: i migliori del 2022

Non bisogna pensare al miglior rubinetto da bagno come a un semplice dettaglio: è una parte integrante di tutto l’arredo, oltre ad essere un elemento fondamentale dell’igiene quotidiana.

Ma i rubinetti bagno, siano essi miscelatori per il lavabo o il bidet, colonne doccia o gruppi vasca, sono anche oggetti di design che hanno un notevole impatto estetico sull’intero ambiente.

Proprio per questa importante duplice funzione è necessario sceglierli con cura , valutando con molta attenzione ogni singolo aspetto.

Qual è il miglior rubinetto bagno?

La soluzione più semplice, mentre stai navigando da un sito all’altro delle aziende produttrici, sarebbe quella di effettuare la scelta in base al principio del “mi piace, non mi piace”.

Ma un simile approccio non è del tutto corretto, perché l’estetica del rubinetto vasca da bagno o lavello non è la caratteristica determinante.

Rubinetto bagno grohe

Ci sono infatti altri aspetti chiave da prendere in considerazione, come ad esempio la dimensione della bocca di erogazione dell’acqua e la possibilità di ruotare o meno il corpo del rubinetto.

Questi parametri sono molto importanti, perché da essi dipendono quanto sarà comoda l’installazione, insieme al livello di efficienza dell’accessorio in base alle specifiche del lavabo.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori rubinetti bagno:

1. Rubinetto bagno nero Auralum

Se ti è mai capitato di lavarti i denti utilizzando il classico rubinetto basso e fisso, sai quanto può essere scomodo. E man mano che passano gli anni, il disagio aumenta.

La soluzione c’è: un modello alto e completamente ruotabile.

Realizzato in acciaio inox, non teme la corrosione e grazie a particolare trattamento della superficie non sbiadisce. L’erogazione tramite gorgogliatore è silenziosa, a prova di spruzzo e consente di risparmiare fino al 30 percento di acqua.


2. Rubinetto bagno Takestop

Se sei una persona particolarmente attenta al budget, non lasciarti scappare questo rubinetto!

Dallo stile classico, può essere installato sia sul lavabo che sul bidet. È fornito persino di rompigetto e nella confezione trovi tutto io necessario per l’installazione sul lavandino: guarnizioni e flessibili raccordi.


3. Rubinetto miscelatore moderno Gavaer

Lasciati coccolare da un getto d’acqua a cascata, senza schizzi e nel massimo silenzio…

È un modello che non teme la corrosione e la ruggine. Ha il corpo in ottone, mentre la superficie è cromata.

Si installa con facilità anche se non si è particolarmente esperti nel fai da te.


4. Miscelatore LED RGB Auralum

Chi ama gli effetti benefici della cromoterapia apprezzerà sicuramente le potenzialità offerte da un rubinetto a led RGB.

Il cambio di colore avviene in base alla la temperatura, per garantire la massima sicurezza di utilizzo anche per i più piccoli.

È realizzato in ottone cromatico lucido, mentre la bocca di erogazione è in vetro.


5. Rubinetto per miscelatore lavabo alto Aoufottes

Con il trascorrere del tempo, la superficie di alcuni rubinetti tende a rovinarsi. Continuano a funzionare perfettamente, ma ti verrebbe comunque voglia di cambiarli.

Se vuoi avere un modello sempre perfetto anche nel suo look, scegli un modello completamente in metallo. Fornito di cartuccia a dischi ceramici, non è soggetto a perdite o a gocciolamenti.

Facile da montare, è coperto da una garanzia di tre anni.


6. Rubinetto bagno Kiamami Valentina

Molto spesso i problemi di spazio si fanno sentire sopratutto nell’ambiente bagno. Ecco perché in questi casi è importante scegliere un rubinetto compatto, che si adatta facilmente a un lavabo di dimensioni medio-piccole.

Il suo kit di installazione è completo di tutto: set di fissaggio, flessibile da trentasette centimetri e piletta di scarico da 1 e 1/4 in abs, con chiusura saltarello.


7. Rubinetto bagno moderno Tapcet

Il migliore per: prezzo interessante

Questo rubinetto miscelatore si fa subito apprezzare per il design, curato anche nei più piccoli dettagli. Realizzato in ottone cromato lucido, si armonizza facilmente con ogni stile di arredamento.

La leva del miscelatore si aziona in modo fluido, consentendo di regolare la temperatura dell’acqua in base alle esigenze personali.

Un altro aspetto interessante è rappresentato dalla sua facilità di installazione, anche se non si è particolarmente esperti di fai da te. All’interno della confezione viene fornito tutto il necessario per l’installazione, inclusi due tubi flessibili.

  • Robusto
  • Fluido
  • Elegante

Che tipi di rubinetti per bagno ci sono?

Qual è la prima cosa che colpisce in un rubinetto?

La risposta è semplice: il suo design.

In effetti, il primo criterio di scelta della rubinetteria bagno è proprio basato sull’estetica, perché ogni singolo componente dovrebbero contribuire ad esaltare lo stile dell’ambiente in cui sono inseriti.

Ma anche se questo è vero, non bisogna sottovalutare le caratteristiche tecniche dei vari modelli, perché da queste dipende il modo con cui fruisci della risorsa idrica.

Sul mercato puoi trovare diversi tipi di rubinetti. Vediamoli brevemente insieme.

  • Miscelatore a doppia maniglia

Fino a qualche decina di anni fa, questa configurazione era particolarmente diffusa.

Il rubinetto ha un solido corpo ed è dotato di due manopole che controllano il flusso d’acqua fredda e calda e la miscelazione.

Può essere installato sia sul lavandino bagno che a parete.

  • Miscelatore monocomando

Il miscelatore monocomando è il tipo attualmente più diffuso. Con un movimento verticale della leva si apre e si chiude il rubinetto, mentre con un movimento orizzontale si regola la temperatura dell’acqua che scorre.

Grazie alla pratica maniglia, puoi persino aprire l’alimentazione idrica con un gomito, il che è l’ideale se si hanno le mani particolarmente sporche.

La miscelazione di acqua calda e fredda nel modello monocomando per lavabo viene effettuata da una cartuccia a dischi ceramici interna.

  • Rubinetto elettronico

Ideale per ottimizzare il consumo idrico, il miscelatore monocomando lavabo elettronico è progettato con un sensore che “sente” quando avvicini le mani e avvia il flusso d’acqua dolce.

Quando le allontani, la fuoriuscita di acqua si interrompe.

In commercio si possono trovare quelli che non prevedono la miscelazione dell’acqua calda/fredda ma producono esclusivamente quella fredda (oppure offrono una miscelazione pre-impostata che non può essere regolata).

Sono montati in genere in luoghi pubblici per consentire di sciacquarsi rapidamente le mani ed evitare un eccessivo consumo idrico.

Alcuni modelli sono invece progettati con una piccola leva o una serie di pulsanti che permettono di regolare la temperatura.

  • Miscelatore a cascata

I miscelatori a cascata sono una soluzione di design avanzata che trae ispirazione dalla natura.

Sono disponibili in una notevole varietà di forme e materiali, per soddisfare ogni esigenza di montaggio.

La loro installazione non differisce da quella dei modelli standard. L’unica differenza è che l’approvvigionamento idrico in questo caso ha una grande sezione trasversale.

Se le normali impostazioni della fornitura d’acqua raggiungono i 25 litri al minuto, nel rubinetto bagno cascata questo valore varia da 35 a 55 litri al minuto.

Per quanto riguarda la bocca di erogazione, nella cascata è ultra ampio: la sua larghezza può raggiungere i 30 cm.

  • Rubinetto termostatico

Questi dispositivi sono progettati per supportare una temperatura specificata dall’utente.

Di norma, il modello termostatico ha diversi regolatori, uno è usato per dosare temperatura, mentre l’altro è adibito alle impostazioni della pressione dell’acqua.

È disponibile in versione meccanica ed elettronica.

I modelli elettronici hanno l’aspetto di un lungo cilindro e sono dotati di un display a cristalli liquidi che visualizza le impostazioni selezionate. Quelli meccanici possono essere a leva, a maniglia o a valvola ceramica.

Cosa considerare nell’acquisto di un rubinetto per il bagno?

miglior-rubinetto-bagno

Ci sono alcuni aspetti che è importante considerare prima di effettuare l’acquisto di un rubinetto miscelatore bagno.

  • Installazione

Prima di scegliere il rubinetto, è importante valutare come verrà effettuata l’installazione: a parete o direttamente sul lavello?

Oltre a essere facile da installare, un modello a parete è molto pratico, perché ti consente di posizionare le maniglie e la bocca di erogazione all’altezza desiderata. Inoltre, non “ruba” spazio prezioso sul lavello.

Tieni presente che tale soluzione richiede una parte incorporata nel muro: questo aspetto deve essere preso in considerazione quando si progetta la stanza da bagno, in modo che la rete di tubazioni e il set di base per il montaggio a parete siano già installati prima di piastrellare.

  • Bocca di erogazione

I miscelatori si differenziano anche in termini di altezza e lunghezza della bocca di erogazione.

La scelta in questo caso dipende dallo scopo per il quale utilizzerai il lavello. Se hai solo bisogno di sciacquarti le mani o di lavarti i denti, puoi optare per una bocca di altezza media o bassa.

Nel caso in cui hai anche la necessità di farti lo shampoo, cerca un modello con bocca alta.

  • Sostenibilità

Vuoi risparmiare acqua? Quindi acquista un rubinetto a risparmio idrico. Ad esempio, un rubinetto termostatico consente di limitare un eccessivo consumo di acqua.

Stai per acquistare un rubinetto a fontana? Un pulsante è allora l’opzione più sostenibile. Inoltre, puoi optare per una funzione di avvio a freddo: il rubinetto parte sempre con acqua fredda e puoi quindi impostarlo più caldo. In questo modo la richiesta di energia è inferiore.

  • Sicurezza

Molte valvole termostatiche hanno un limitatore di temperatura (o arresto di sicurezza). In questo modo, inizialmente apri il rubinetto solo di circa 40 gradi.

Se vuoi ancora un’acqua più calda, devi premere la manopola e ruotarla contemporaneamente.

Stai cercando un rubinetto dell’acqua bollente e vuoi una sicurezza extra? Cerca una manopola di controllo a prova di bambino.

Conclusioni

Anche se il fattore estetico gioca un ruolo predominante nella scelta di un rubinetto per il bagno, ci sono diversi altri aspetti che è importante tenere in considerazione.

Dal tipo di installazione all’altezza della bocca di erogazione, dalla presenza di dispositivi di sicurezza alle soluzioni progettuali per la tutela dell’ambiente… sono tutte considerazioni da fare per poter effettuare un acquisto mirato e consapevole.