12 Tipi di rubinetti bagno

Spesso trascurato al momento dell’acquisto, il rubinetto è uno degli elementi essenziali del bagno.

Ultra utilizzato, deve garantire comfort, sicurezza e longevità. I marchi specializzati propongono centinaia di design che si armonizzano con i sanitari, sviluppando materiali e tecnologie sempre più innovativi. Scegliere tra i diversi tipi di rubinetti bagno può essere quindi una vera impresa.

Tieni presente però che la decisione finale dipende dalle possibilità di installazione. Se non sei esperto di fai da te è quindi opportuno confrontarsi con un professionista.

Scegliere il rubinetto da bagno

Design e prezzo sono spesso gli unici criteri che guidano all’acquisto di un rubinetto per i sanitari. Ci sono però altri aspetti che è bene non sottovalutare, come il comfort di utilizzo, le soluzioni progettuali di risparmio idrico, la presenza di un sistema termostatico, la scelta delle finiture…

Una rapida panoramica per scegliere con sicurezza i tuoi rubinetti.

1. Miscelatore

Tipi-di-rubinetti-bagno-Miscelatore

Il miscelatore è composto da un’unica leva da azionare con una sola mano: si può così muovere da sinistra a destra per regolare la temperatura, e dal basso verso l’alto per impostare il flusso d’acqua.

Molto confortevole dal punto di vista termico, consente una gestione efficiente del consumo idrico. Ci sono anche dei modelli con limitatore di flusso, che aumenta ulteriormente la possibilità di ottenere un concreto risparmio. In ogni caso è necessario cambiare cartuccia miscelatore.

Se in casa ci sono dei bambini piccoli, meglio scegliere un modello dotato di valvola anti-scottatura che limita il livello di temperatura dell’acqua.


2. Miscelatore termostatico

Il miscelatore termostatico dispone di due distinte manopole, una per la regolazione del flusso, l’altra per l’impostazione della temperatura, che può essere memorizzata.

È realizzato all’insegna della massima sicurezza: è infatti presente un sistema di bloccaggio che impedisce il superamento dei 38°C, evitando così ogni rischio di ustione.

Nei miscelatori termostatici il flusso di acqua calda viene bloccato automaticamente in caso di interruzione della rete dell’acqua per i sanitari.


3. Miscelatore a raggi infrarossi

Questo tipo di miscelatore elettronico attiva l’erogazione dell’acqua senza intervento manuale, semplicemente passando le mani davanti ad un sensore. Tale meccanismo consente di controllare il consumo di acqua e di energia: la temperatura viene infatti pre-impostata.

Un altro vantaggio è la facilità di pulizia, dal momento che è assente la leva di comando.


4. Il miscelatore con pulsante

miscelatore-con-pulsante

Questo modello è progettato con un pulsante che sostituisce la leva di comando: basta premerlo per attivare il flusso dell’acqua. Molto facile da usare, è particolarmente indicato per bambini e persone con difficoltà di presa (artrosi, ecc.).

Esistono diverse versioni, ad esempio con temporizzazione (l’acqua si interrompe dopo pochi secondi) o con eventuale regolazione della temperatura.

Destinata inizialmente ai locali pubblici (ristoranti, stazioni di servizio, ecc.), questa tecnologia particolarmente virtuosa dal punto di vista del risparmio idrico, è disponibile anche per rubinetti lavabo di uso domestico, molto curata dal punto di vista estetico.


5. Rubinetto a tre fori

Si tratta di un rubinetto lavandino che richiede un’installazione a triplice foro: uno per l’acqua fredda, uno per l’acqua calda e al centro per la bocca di erogazione dell’acqua. Ha un design classico che sa adattarsi ad uno stile di arredamento vintage e contemporaneo allo stesso tempo.

Associata spesso ad un ambiente d’altri tempi, che ricorda quello delle nostre nonne, questa soluzione progettuale può aggiungere un tocco di eleganza e raffinatezza anche ad un bagno con il lavabo dal design techno.


6. Rubinetto a ponte

I due rubinetti di acqua calda e fredda sono collegati alla bocca d’erogazione con un sistema di tubi che forma un vero e proprio “ponte”.

È un tipo di rubinetto professionale che si fa apprezzare per la semplicità di pulizia. Puoi trovarlo in ogni stile, anche se ti piacciono i rubinetti rustici.


7. Rubinetto da incasso

Direttamente integrato nella parete, il rubinetto da incasso ha il vantaggio di liberare spazio sul lavabo. Viene posizionato a un’altezza tale da consentire all’acqua di scorrere esattamente al centro.

L’offerta è molto ampia in termini di forma, stile, finitura. Il suo aspetto lineare contribuisce a caratterizzare il look del bagno, ma è più impegnativo da installare e richiede spesso l’intervento di un professionista.


8. Miscelatore a cascata

HOMELODY Rubinetto Bagno Lavabo,Miscelatore...

È una soluzione di design particolarmente raffinata. La parte terminale della bocca di erogazione è allargata, offrendo così un effetto cascata molto scenografico.  Si rivela perfetto per il lavabo o la vasca da bagno.

Questo tipo di rubinetti del bagno era in origine tipico della sauna, con erogazione della sola acqua fredda. Nei miscelatori a cascata puoi invece gestire il flusso di acqua calda e fredda in base alle tue preferenze personali.


9. Gruppo vasca esterno con set doccia

Il gruppo vasca in stile classico viene montato a parete, sopra la vasca da bagno. Si compone di due rubinetti separati per l’acqua calda e fredda, una bocca di erogazione e di una doccia. Viene spesso posizionato un gancio a livello superiore per consentire di fissare la doccia quando serve.

È la classica soluzione che viene adottata quando si desidera disporre occasionalmente di una funzione di rubinetti per doccia. Per evitare la fuoriuscita dell’acqua viene solitamente montata una tenda doccia o un apposito box doccia.


10. Rubinetto a tre vie per vasca da bagno

Rubinetto-a-tre-vie-per-vasca-da-bagno

Viene installato sul bordo della vasca da bagno da incasso. Viene generalmente installato in quelle situazioni in cui la vasca ha delle dimensioni particolarmente generose e rende poco pratico il montaggio del rubinetto a parete.

Si compone di due rubinetti da bagno separati per l’acqua calda e fredda e di una bocca di erogazione. Il risultato finale è armoniosamente integrato nell’ambiente.


11. Rubinetto per vasca romana

Apparentemente simile al modello precedente: anche in questo caso sono montati a bordo vasca due rubinetti separati per l’acqua calda e fredda e una bocca erogatore. Il dettaglio che li differenzia è la foggia del beccuccio.

Nella versione per vasca romana questo componente ha una struttura arcuata, mentre in quello a tre vie ha un look più comune.

In molti casi è anche presente una doccetta per irrorarsi con il suo getto d’acqua durante il bagno. Tieni presente che se ti interessa poter beneficiare di questo accessorio extra devi prevedere un foro in più nella vasca.


12. Rubinetto freestanding per vasca da bagno

Rozin - Rubinetto autoportante per vasca da bagno,...

Conosciuto anche come rubinetto a pavimento, questo tipo di componente è ancorato al pavimento e si alza oltre il bordo della vasca.

Le linee di alimentazione dell’acqua si collegano alla loro fonte idrica sotto il pavimento finito e di solito hanno una serie di valvole di intercettazione a pochi centimetri dal pavimento.

Se il tuo bagno si trova su una lastra di cemento, consulta un professionista per determinare se un rubinetto a pavimento è fattibile per la tua applicazione. I rubinetti per vasca indipendenti non si attaccano alla vasca, il che significa che non sono necessari fori sul pianale. Ti permette anche di decidere dove vuoi installare il rubinetto.



Conclusioni

I rubinetti che vengono installati nel bagno, in corrispondenza del lavabo, del bidet, della vasca o della doccia, sono un elemento essenziale dell’ambiente.

Non si tratta solo di componenti rubinetto pratici ed ergonomici, ma sono anche degli oggetti decorativi a sé stanti. Miscelatore standard, termostatico, installazione sul lavabo o a muro… c’è una grande varietà fra cui scegliere!