8 tipi di rubinetti da cucina

La scelta di un rubinetto da cucina non è mai banale. Questo accessorio deve essere innanzitutto funzionale, dal momento che è il fulcro di ogni lavello. Viene aperto e chiuso innumerevoli volte durante il giorno, deve quindi essere solido e maneggevole.

Tutti i tipi di rubinetti da cucina devono comunque soddisfare più che mai le tue aspettative estetiche.

Tipi di rubinetti da cucina

I rubinetti da cucina hanno attraversato i secoli, evolvendosi dal punto di vista della tecnologia, dei materiali utilizzati e delle finiture.

Il ventaglio di scelte non potrebbe essere più vario, permettendo a tutti – a seconda delle proprie esigenze e del proprio budget – di trovare il prodotto giusto per la cucina dei suoi sogni.

1. Miscelatore monocomando

Miscelatore-monocomando

È il tipo di base dei rubinetti da cucina, il che lo rende uno dei modelli più apprezzati sul mercato.

Nel miscelatore monocomando la temperatura e la portata dell’acqua sono controllate da un’unica leva e la sua modalità di installazione avviene solitamente attraverso un unico foro nel bancone.

Il miscelatore da cucina è disponibile in una varietà di stili, anche se la maggior parte è progettata con un beccuccio basso, ad eccezione dei tipi a collo d’oca o a collo lungo.

Viene installato praticando un semplice foro nel piano di lavoro o nel lavandino, ragion per cui viene anche definito rubinetto “un foro”.


2. Rubinetto a due manopole

Rubinetto-a-due-manopole

Questo modello prevede due manopole distinte per la regolazione del flusso di acqua calda e fredda e richiede almeno tre fori per l’installazione. È disponibile un’ampia varietà di manopole, il che lo rende facilmente integrabile in ogni ambiente cucina.

Uno dei chiari vantaggi di questo rubinetto è che se solo una delle maniglie perde, puoi semplicemente chiudere la valvola dell’acqua corrispondente e provvedere alla sostituzione.


3. Rubinetto a ponte

Ceramica Dolomite B5123AA Base Miscelatore lavello...

L’estetica del rubinetto a ponte si integra perfettamente con le cucine contemporanee. Quando lo installi, assicurati che ci sia più di un dito dietro il dispositivo per agevolare la pulizia, poiché acqua e sporco tendono ad accumularsi in quel punto.

Quindi, se ti innamori di questo stile, assicurati di pulire regolarmente il lavandino e l’area circostante.


4. Rubinetto a parete

HOMELODY Rubinetto Cucina a Muro Nero, Girevole a...

Si installa sulla parete sopra il lavello della cucina. Un vantaggio di questo stile è che non occupa spazio sul piano di lavoro e quindi ne facilita la pulizia.

Tuttavia, questo tipo di rubinetto richiede alcuni lavori di ristrutturazione aggiuntivi, mentre potrebbero essere necessari lavori idraulici in modo che il tubo dell’acqua arrivi fino a punto di installazione nel muro. È disponibile anche come rubinetto monocomando.


5. Rubinetto con sensore

Un rubinetto con sensore viene azionato posizionando le mani sotto la bocca di erogazione. Questa soluzione è molto pratica, perché ti consente di lavorare a mani libere nel lavello, ottimizzando nello stesso tempo il consumo idrico.

Alcuni modelli prevedono la dotazione di una maniglia extra per regolare la temperatura e il getto d’acqua.


6. Rubinetto a scomparsa

Lonheo Rubinetto Cucina Pieghevole Girevole 360...

Questo stile di rubinetto cucina con doccetta è dotato di una bocchetta spray che può essere estratta dalla bocca di erogazione.

Si tratta di una soluzione elegante e nello stesso tempo funzionale, ideale per lavare le pentole di grandi dimensioni e l’attrezzatura da cucina. 

Il design di questo rubinetto si integra facilmente nelle cucine in stile contemporaneo. Assicurati però di sceglierne uno di alta qualità, poiché una versione più economica corre il rischio di piegarsi e rompersi con il trascorrere del tempo.


7. Rubinetto con molla a spirale

Timaco - Rubinetto da cucina con molla a spirale,...

Concettualmente simile al modello precedente, questa tipologia di rubinetto consente un ampio movimento della doccetta estraibile per l’uscita dell’acqua verso il basso. Pertanto, questo rubinetto cucina con doccetta è più adatto per lavelli ampi e profondi.

Se sei un normale acquirente di frutta e verdura, questo stile di rubinetto è adatto a tutte le tue esigenze di pulizia.


8. Rubinetto in stile commerciale

Auralum Miscelatore Cucina Alto Pressione...

Questo tipo di rubinetto è generalmente utilizzato nelle cucine professionali. Anche i proprietari di casa hanno iniziato ad adottarlo perché dona un tocco da vero chef a ogni ambiente.

In genere ha un beccuccio alto a collo d’oca e una testina di spruzzo multi-opzione. La direzione di spruzzatura può essere controllata da una leva o da un selettore collegato direttamente alla bocca d’erogazione.


Finiture dei rubinetti da cucina

Si parla di finitura per determinare il materiale con cui è realizzato il rubinetto. È in un certo senso l’ultimo strato che viene applicato alla sua superficie.

Questo strato finale viene applicato a tutti i componenti visibili. Prima di prendere una decisione di acquisto, è importante prendere in considerazione i colori e le finiture degli elettrodomestici presenti in cucina, così come il tipo di punti luce e il colore delle pareti.

Non va nemmeno sottovalutata la robustezza della finitura e del materiale. La finitura che ti interessa è resistente ai graffi, allo sbiadimento, alla ruggine? Si consiglia di dare la preferenza alle garanzie dei produttori di oltre 5 anni.

Va da sé che un’azienda che garantisce i suoi prodotti per 10 anni è consapevole della qualità dei suoi prodotti e questo è già un buon segno.

Vediamo di seguito quali sono le finiture, le texture e i materiali più comuni.

  • Acciaio inox:

Praticamente indistruttibile, l’acciaio inox si mantiene bene nel corso dl tempo. Non teme la ruggine e l’ossidazione metallica ed è anche un materiale robusto.

Va pulito regolarmente perché tende a macchiarsi con il calcare dell’acqua.

  • Cromo:

Il cromo è disponibile in diverse finiture, come opaca, spazzolata, lucida e ottone cromato. È economico, resistente e molto facile da pulire.

Se è di buona qualità resiste alla ruggine e all’ossidazione. C’è però uno svantaggio: alcune cromature tendono a mantenere i segni delle gocce d’acqua.

  • Nichel:

Come il cromo, il nichel è disponibile in una serie di finiture come opaca, spazzolata e lucida. Molto facile da pulire, è uno dei materiali più resistenti.

Nella versione “nichel con strato di titanio”, è ancora più esistente e non teme i graffi. Puoi trovarlo anche in combinazione con altri materiali, come “rame lucido con nichel satinato” o cromo lucido con nichel spazzolato.

  • Rame:

Il rame è un materiale antico. Lo puoi trovare in diverse texture e finiture come satinato, laccato e finitura classica. I rubinetti con finitura in rame non temono il passare del tempo.

  • Bronzo:

Il bronzo è un’opzione classica e molto apprezzata dagli amanti dei materiali retrò. Ha il vantaggio di armonizzarsi con stile in qualsiasi tipo di arredamento classico e contemporaneo. Non si ossida nel tempo.

  • Materiali sintetici:

Anche se non sono molto diffusi, i rubinetti in materiali sintetici hanno dalla loro parte il prezzo più contenuto.  rari, ma comunque un po’ più popolari ogni anno, questi rubinetti costano meno e non sono fatti di metallo. L’impiego di resina epossidica contribuisce a renderli strutturalmente robusti.



Conclusioni

Hai finalmente deciso di cambiare la tua vecchia cucina. Dopo aver trovato il modello dei tuoi sogni, ti ritrovi a pensare al tipo di rubinetto. Come scegliere un buon rubinetto da cucina?

Per non avere ripensamenti, pensa allo stile che si armonizza con l’ambiente, pensa alla forma della bocca, al sistema di miscelazione dell’acqua, allo spazio a disposizione per una doccetta…