7 Tipi di tende per arredare la tua casa

Hai mai notato che una tenda può cambiare drasticamente l’aspetto di una stanza? i tendaggi sono un piccolo dettaglio di stile che unisce funzionalità a design e che conferisce allo spazio una sua personalità. Se quando ci prepariamo per un appuntamento importante ci teniamo ad abbinare scarpe, borsa e giacca, le tende declinano lo stile dell’arredamento, complimentandolo come tutti e tre questi accessori.

Non a caso ci sono moltissime tipologie di tendaggi, dalle classiche alle modernissime tende lineari a vetro, magari con movimento elettrico, persino domotico.

Protagoniste da sempre dei saloni del design di tutte le stagioni, scegliere quelle più indicate per casa nostra richiede impegno e quasi sempre molta, molta pazienza.

In questo articolo esploreremo tutti i tipi di tende più diffusi nelle case italiane e alcune caratteristiche chiave per operare la scelta giusta, come il livello di trasparenza o i tipi di aggancio.

Tipi di tende

  • Tende morbida
  • Tende a vetro
  • Tende a pannello
  • Tenda a pannello singolo
  • Tende a rullo
  • Tende veneziane
  • Tende a pacchetto

Tessuti leggeri e impalpabili dalla massima trasparenza, pannelli netti che cadono verso il pavimento come una vela, o design futuristici con texture ibride, le tende sono un elemento d’arredo che si trova a dover assolvere non solo il semplice ruolo decorativo.

  • Una tenda regola l’intensità della luce naturale che penetra dal vetro, determinando la luminosità della camera;
  • Protegge la nostra privacy facendo da schermo contro gli sguardi provenienti dall’esterno;
  • Declina lo stile dell’arredamento;
  • Limita gli spifferi e l’interscambio di calore mantenendo un clima più accogliente in tutte le stagioni.

A seconda dei tipi di tenda che andremo a scegliere determineremo quale di questi punti è il più importante, quale ha più valore per quel locale in particolare, ed è pertanto essenziale avere le idee ben chiare sulle priorità da seguire prima di acquistare un modello solo in base al colore o allo stile che ci piace di più.   

Approfondiamo insieme tutti i diversi tipi di tende:

1. Tende morbida

tende-morbida

La tenda morbida è la tenda probabilmente più classica e diffusa nelle nostre abitazioni, soprattutto per ambienti rilassanti come il soggiorno e la camera da letto. Disponibili in una miriade di tessuti, fantasie e livelli di opacità, possono essere tenute a cascata libera o raccolte con un fermatenda, in base al gusto personale.

La montatura più classica le vuole su un bastone per tenda ma sono molto diffuse anche con montatura ad asta.

2. Tende a vetro

tende-a-vetro

Insieme alla tenda morbida sono le più diffuse negli ambienti domestici, adatte a qualsiasi stanza.

Le tende a vetro sono montate su un’asta, generalmente con un passante interno ma si trovano con facilità anche nella versione ad asola (molto diffusa nei modelli in organza), e cadono dall’alto per tutta la lunghezza della finestra, coprendo interamente il vetro.

Sono vendute sia in formato singolo che in coppia e possono essere sormontate da una seconda tenda, generalmente oscurante a bastone, per un effetto più completo. Formula utilizzata per lo più in camera da letto.

Sono pratiche da appendere e togliere, facilitando di molto la pulizia. Ideali per ambienti della casa particolarmente vissuti in cui le finestre (o porte-finestre) vengono aperte di frequente.

Possono essere tenute a cascata o con un contrappeso nascosto nell’asola inferiore per mantenerle tese.

CONSIGLIO

Dopo aver lavato le tende, appendile subito sull’asta o sul bastone e lasciale asciugare così. Eviterai di doverle stirare e l’ambiente profumerà di pulito per molto tempo.

3. Tende a pannello

tende-a-pannello

Le tende a pannello sono un’evoluzione della tenda a vetro ma sono montate su un carrello fissato al soffitto.

Tipicamente in cotone o microfibra, di opacità media, restano perfettamente dritte a pavimento grazie a delle stecche di metallo che fanno da contrappeso. La parte superiore di solito è con fettuccia nascosta ma in alcuni casi viene agganciata al binario con una striscia di velcro.

Esiste anche un modello di tende a pannello fatto a liste verticali, utilizzate per lo più in ambienti lavorativi e sono fatte come lunghe strisce di tessuto rigido con un gioco di catenelle che serve per aprirle e chiuderle permettendo di filtrare l’intensità del sole.

Le tende a pannello in tessuto hanno un gusto essenziale, perfette per soggiorno e camera matrimoniale, si compongono di 2 o 3 pannelli uguali che si sovrastano per dare movimento all’ambiente.

Semplici, belle e molto eleganti, generalmente si spostano a mano senza guida a filo e possono essere posizionate nel modo che più ci piace per filtrare la luce che entra dalla finestra.

La misura media di queste tende è di ca. 60 cm per pannello, anche 100 cm per quelle di ispirazione giapponese a due elementi.

4. Tenda a pannello singolo

tende-a-pannello-singolo

La tenda singola è un ampio pannello di tessuto morbido, montato su un bastone, che generalmente viene usata come seconda tenda per oscurare la finestra.

Si possono trovare in versione classica o come tende termiche, dove il tessuto è a tripla tessitura e sviluppato su tre strati: uno esterno verso l’arredo, una fodera interna in schiuma talvolta schermata con rivestimento argentato, e uno strato interno verso il vetro altamente oscurante.

Queste tende forniscono sia un ottimo livello di oscurazione che di isolamento termoacustico.

5. Tende a rullo

tende-a-rullo

Un gusto molto essenziale che ben si colloca con la tendenza moderna, le tende a rullo sono di forte impatto visivo.

Generalmente in tessuto oscurante in tinta unita, sono montate su una guida metallica che si aziona manualmente o elettricamente per far scorrere la tenda verso il basso o verso l’alto a seconda dell’esigenza.

Occupano pochissimo spazio e donano ampiezza alle stanze di dimensione più contenuta, oltre che essere pratiche e funzionali.

6. Tende veneziane

tende-veneziane

Le tende alla veneziana sono una via di mezzo fra le tende a rullo e quelle a pacchetto. Sono montate su una guida metallica e possono essere in metallo o in legno.

Molto diffuse negli uffici, sono ottime alternative anche per la casa, in particolare in ambienti in cui si ha necessità di schermare il vetro dagli sguardi esterni, come ad esempio il bagno. Il loro meccanismo a catenella e bacchetta permette sia di farle scorrere in alto o in basso regolando l’altezza, sia che di muovere le stecche in orizzontale regolando l’angolazione in cui la luce può filtrare attraverso.

LO SAPEVI CHE

Ci sono modelli di tende a veneziana fatte in tessuto plissé? Molto eleganti e originali, sono l’ideale per lo studio, la cucina e il bagno.

7. Tende a pacchetto

tende-a-pacchetto

Poco ingombranti e facili da gestire, sono la scelta ideale per ambienti in cui la praticità è d’ordine come la cucina, il bagno o lo studio.

Le tende a pacchetto sono simili alle tende alla veneziana e a quelle a rullo ma realizzate in tessuto generalmente semi-filtrante. Possono essere lisce o goffrate, per un effetto molto più romantico (più gettonato per camere e camerette femminili). Hanno una struttura a filo interna che permette di farle scorrere in altezza per regolare l’esposizione della finestra, e fissate in posizione con il classico meccanismo a tiro.

Livello di trasparenza

Una volta scelto il tipo di tenda, dovremo scegliere il livello di trasparenza che vogliamo e quindi di che materiale acquistarle.

Le tende possono essere filtranti, semi-filtranti o oscuranti e a seconda d quanto è leggero il tessuto, e quindi del suo livello di trasparenza, si otterrà il filtraggio desiderato.

Per poter scegliere il modello adatto dovrai porti 3 domande:

  • Quanta luce vuoi far entrare nell’ambiente?
  • Quanta privacy ti serve?
  • La tenda nuova è solo decorativa o assolve anche a uno scopo?

Guardiamo più nel dettaglio le caratteristiche delle rispettive tipologie:

Filtranti

tende-filtranti

Leggere, quasi del tutto trasparenti, spesso le troviamo in tulle o in organza. Sono tendaggi da giorno ariose che assicurano un’ottima illuminazione della stanza in cui sono montate.

Non sono in grado di garantire la privacy dell’ambiente, il loro scopo è puramente decorativo e infatti sono pensate soprattutto per ambienti come il soggiorno o la sala da pranzo.

Semi-filtranti

tende-semi-filtranti

Le tende semi-filtranti sono una giusta via di mezzo: lasciano filtrare la luce dalle finestre ma riparano da sguardi indiscreti garantendo una certa privacy. Sono realizzate in cotone, poliestere, lino – fra gli altri – e si adattano un po’ ad ogni ambiente domestico. Le potremo trovare in tutti i tipi di tenda, è in assoluto il modello più diffuso dei tre.

Oscuranti

tende-oscuranti

Le tende oscuranti sono in assoluto le più pesanti, nella maggior parte dei casi anche in termini di panneggio. Sono pensate per schermare del tutto la stanza da luce e sguardi indiscreti, nei modelli di tenda termica anche per massimizzare il risparmio energetico limitando l’interscambio di calore con l’esterno, fungendo al contempo da barriera acustica.

Le più diffuse sono i modelli lineari a rullo, le veneziane o le tende a pannello singolo montate come seconda tenda, che vengono tirate sulla finestra solo quando è necessario mantenere il buio, il modello più diffuso nelle camere da letto.

Le possiamo trovare nei materiali più comuni come poliestere, cotone, o in materiali più tessuti particolari come il velluto e il broccato.

Tipo di aggancio

A seconda dello stile scelto dovremo decidere anche che tipo di aggancio vorremo scegliere per i nuovi tendaggi:

  • Anelli

Gli anelli sono già inclusi nella tenda e vengono utilizzati con un bastone per tendaggi. Sono molto diffusi, pratici, e adatti a ogni ambiente.

  • Passanti

I passanti (o “asole”) sono degli anelli in tessuto cuciti sul bordo superiore della tenda. Possono essere usati con un bastone per tenda o con delle aste da vetro. Sono molto diffusi fra le tende leggere e trasparenti.

  • Passanti nascosti

I passanti nascosti sono delle piccole asole interne poste sul bordo in alto della tenda, in cui faremo scivolare il bastone per tendaggi. È un’evoluzione più pratica della fettuccia, di dimensione adeguata all’uso con bastoni di tutti i diametri.

  • Laccetti

Molto scenici, decisamente consigliati a un look romantico, si annodano sul bastone per tendaggi formando un fiocco e permettono di avere un certo agio nella lunghezza della tenda.

  • Fettuccia

Sicuramente il più diffuso fra gli agganci per tenda a vetro, a pannello e a pacchetto, il bordo superiore della tenda ha un passante interno in cui inserire l’asta. La tenda può essere montata liscia, mantenendo la stessa lunghezza dell’astina, o arricciata, conferendo un effetto di movimento al tessuto della tenda.

  • Molletta

Molto meno diffuse rispetto alle altre metodologie di aggancio, le mollette si pinzano al bordo superiore della tenda e sono già collegate a un anello che useremo con il bastone.

  • Gancio

Il gancio può essere di due tipi: esterno o interno. Il primo è molto più pratico da gestire e l’effetto visivo è come un anello esterno. Il secondo invece è più complesso da montare: ci sono tanti piccoli gancini inseriti sul retro superiore della tenda che andremo ad agganciare all’interno del carrello a soffitto della guida.


Domande Frequenti

🏘️ Le tende devono essere di colore più chiaro o più scuro rispetto alle pareti?

La regola generale è che fra le pareti e le tende ci sia una tonalità di differenza, più chiara o più scura in base al gusto personale. Nel dubbio è possibile spezzare del tutto scegliendo un colore complementare, o una fantasia che contenga la palette dell’ambiente circostante.

🏘️ Qual è il colore migliore per le tende?

Il bianco e l’avorio sono colori evergreen che si adattano a qualsiasi tipo di arredamento, classico o moderno che sia. Oggi sono molto di tendenza tutte le gradazioni del grigio, dal chiaro fino al nero. Le tende scure stanno meglio su pareti chiare, pareti scure con tende scure creano un ambiente opprimente e sono sconsigliabili.

🏘️ Come si chiamano le tende per i ganci?

Se vuoi appendere dei tendaggi a un bastone per tenda dovrai cercare un modello adatto ai ganci. In questo caso potrai orientarti su un modello con anelli che poi inserirai nell’asta per farla scorrere per aprirla o chiuderla. Anche i modelli a binario hanno un metodo di montaggio a gancio.

🏘️ Sono meglio le tende normali o le tende oscuranti?

Dipende da qual è lo scopo per cui le cerchi: una tenda oscurante aiuta anche a termoisolare l’ambiente e a ridurre i rumori provenienti dall’esterno, oscura completamente l’ambiente ed è l’ideale per le camere da letto. Una tenda classica invece può essere filtrante o semi-filtrante, lasciando penetrare la luce naturale dall’esterno e dando all’ambiente un aspetto più arioso.