Come scegliere il portasapone per doccia

Avere un box doccia nel bagno comporta la necessità di acquistare un portasapone per doccia affinché i prodotti che utilizziamo siano sempre a portata di mano. Si chiama portasapone, ma può contenere anche altri oggetti tra cui lo shampoo, il balsamo, le spazzole e le creme, prodotti e accessori necessari per l’igiene e la cura del nostro corpo.

Il mercato oggi offre una vasta gamma di modelli che si differenziano per forme, materiali e dimensioni, per cui non sarà sicuramente difficile trovare il portasapone per doccia che verrà più incontro alle nostre necessità e ai nostri gusti.

Qui di seguito ti presentiamo come scegliere il portasapone per doccia:

Come scegliere il portasapone per doccia

Portasaponi-Per-Doccia

Chiunque abbia in bagno un box doccia, avrà sicuramente bisogno di un oggetto dove sistemare sapone, bagnoschiuma, shampoo, per avere tutto il necessario per l’igiene personale sempre a portata di mano.

Un portasapone è la soluzione ideale: in plastica o in metallo, fissato al muro o appoggiato sulla superficie della doccia, con mensole o griglie, ciò che conta è poter disporre in modo ordinato i nostri prodotti.

Andiamo a vedere quali sono gli aspetti e gli elementi da valutare e considerare al momento dell’acquisto.

Lo spazio nel bagno

È fondamentale perché determina la scelta del tipo di portasapone da doccia e della sua grandezza. Se lo spazio è ridotto, si può optare per un articolo da appendere al saliscendi della doccia, soluzione minimal ma efficace.

Con uno spazio maggiore le soluzioni a disposizione sono veramente tante: dai modelli con cestelli da appendere alle pareti del box ai portasaponi angolari, a quelli con mensole da fissare al muro.

Lo stile

Il mercato offre una gran varietà di soluzioni per soddisfare ogni gusto ed esigenza: sistemare i prodotti necessari per l’igiene personale con un unico accessorio nel box doccia rende il bagno più ordinato e accogliente.

Possiamo trovarne in diversi stili e design: il tipo di portasapone più minimal e meno ingombrante è senza dubbio quello appeso al saliscendi della doccia. Pratico e funzionale va a occupare uno spazio difficilmente utilizzabile.

Stesso principio è quello dei portasaponi da appendere alla parete del box con dei ganci che li rendono facilmente rimovibili. Può avere più cestelli o mensole, quindi può essere molto capiente senza intaccare troppo la superficie interna della doccia.

Se invece lo spazio del box non è un problema, andranno benissimo organizer da fissare alla parete anche con modi alternativi ai classici fori da praticare sul muro, che è sempre meglio  evitare in una stanza come il bagno: delle semplici ventose o degli adesivi resistenti all’acqua sosterranno adeguatamente il nostro portasapone.

Le mensole

Molti portasapone hanno delle mensole dove riporre il necessario da usare sotto la doccia. Il numero di mensole è variabile: ne sceglieremo uno a seconda dal numero di elementi che vorremo sistemare.

Ciò che conta è che durino a lungo e che non siano aggrediti da ruggine o muffe. Per questo motivo è preferibile acquistare articoli con il fondo a griglia, affinché l’acqua possa scorrere via per evitare danni da ristagno.

Un’alternativa alle mensole sono i cestini: solitamente in metallo, sono più complicati da pulire, in compenso mantengono più stabili i prodotti e gli oggetti in essi contenuti.

I materiali

Un portasapone ideale dovrebbe durare a lungo ed essere resistente alla ruggine. Con un articolo in plastica non si rischia la ruggine, ma di sicuro il materiale è poco resistente e può rompersi o spaccarsi con l’uso ripetuto.

Molti sono realizzati in metallo cromato, ma questo materiale tende ad arrugginire. Gli articoli più durevoli sono realizzati in alluminio  o acciaio inossidabile, metalli forti che resistono alla corrosione e alla ruggine. Esistono anche portasapone portatili realizzati in tessuto: una buona soluzione con un minimo ingombro.

Gli accessori

Più accessori, più funzioni: la presenza di ganci per appendere, ad esempio, asciugamani o rasoi, oppure di portasaponette, rendono il portasapone più completo, pratico e funzionale, facendone un vero alleato dell’ordine nella stanza da bagno.

Lo sapevi che…

al pari dei materiali più resistenti, come l’acciaio inox e l’alluminio, anche il legno, particolarmente il bambù, è un’ottima soluzione per un portasapone da doccia in quanto a resistenza. Inoltre conferisce un aspetto più natutale alla stanza da bagno.

Facilità d’installazione

portasapone-per-doccia

Quando ci troviamo a scegliere un portasapone per la doccia, ci soffermiamo a considerare il design, la funzionalità, le dimensioni: tutto molto importante, ma dovremmo innanzitutto valutare la facilità d’installazione.

Soprattutto chi non è molto esperto di bricolage e non vuole avventurarsi con trapano o simili in una stanza importante come il bagno, potrebbe optare per i modelli da appendere al saliscendi della doccia o alla parete del box, oppure per quelli da fissare al muro con delle semplici ventose.

La durevolezza

Se realizzato con buoni materiali, un portasapone può durare a lungo, resistendo non solo all’usura ma anche all’umidità, ai prodotti da bagno, alla ruggine e alla costante esposizione all’acqua. I migliori materiali sono senza dubbio l’alluminio, l’acciaio inossidabile e il legno, soprattutto il bambù.

Portasaponette

Alcuni portasapone hanno dei piccoli scomparti destinati alle sistemazione delle saponette. Solitamente hanno un fondo a griglia o con delle fessure per permettere all’acqua di scivolare via ed evitare ristagni.

Ganci e anelli

Molti portasapone hanno dei ganci o degli anelli dove si possono appendere oggetti necessari all’igiene personale, come le salviette, asciugamani da viso, spugne per il corpo, cuffie, luffe, rasoi.

Consiglio: se non si è esperti di  bricolage, meglio optare per un portasapone da appendere piuttosto che rischiare di forare i tubi dell’acqua cercando di installarne uno a muro.

Dove acquistare un portasapone da doccia?

Come ormai succede per qualsiasi accessorio per la casa, non c’è che l’imbarazzo della scelta qualora volessimo effettuare l’acquisto sul web. Le possibilità di scelta sono infinite: dal solito Amazon a Westwing specializzato in arredi e accessori per la casa, Manomano. Nel caso si preferisse l’acquisto in negozi fisici, sono ben forniti punti vendita come Ikea, Leroy Merlin, Bricoman, Obi.


Domande Frequenti

🧼 Perché il mio portasapone cade in continuazione?

Probabilmente tende a cadere perché è sovraccarico e quindi non riesce a reggere il peso di tutti gli oggetti in esso riposti. Se ora ti stai chiedendo: “come faccio a evitare che il mio portasapone cada in continuazione?”, sei fortunato perché sto proprio per dirtelo: il miglior modo che impedire che cada è quello di creare una sorta di resistenza tra il tubo della doccia e il portasapone stesso.

🧼 Dove dovrebbe essere posizionato un portasapone?

Potrebbe essere installato sul muro grazie a delle ventose (senza bisogno di praticare fori sulle piastrelle) oppure nell’angolino del piatto della doccia.

🧼 Cosa scegliere tra un portasapone in plastica e uno in mesh?

Un articolo in plastica tende a essere più rigido, mantiene quindi la sua forma ma spesso deve essere appoggiato sul pavimento del box doccia mentre ci si sta lavando, risultando un po’ scomodo. Un portasapone in mesh, diversamente, è più versatile perché si può appendere a un gancio oppure al saliscendi della doccia, ma potrebbe essere più complicato da pulire.

{"@context":"https://schema.org","@type":"FAQPage","mainEntity":[{"@type":"Question","name":"🧼 Perché il mio portasapone cade in continuazione?","acceptedAnswer":{"@type":"Answer","text":"Probabilmente tende a cadere perché è sovraccarico e quindi non riesce a reggere il peso di tutti gli oggetti in esso riposti. Se ora ti stai chiedendo: “come faccio a evitare che il mio portasapone cada in continuazione?”, sei fortunato perché sto proprio per dirtelo: il miglior modo che impedire che cada è quello di creare una sorta di resistenza tra il tubo della doccia e il portasapone stesso."}},{"@type":"Question","name":"🧼 Dove dovrebbe essere posizionato un portasapone?","acceptedAnswer":{"@type":"Answer","text":"Potrebbe essere installato sul muro grazie a delle ventose (senza bisogno di praticare fori sulle piastrelle) oppure nell’angolino del piatto della doccia."}},{"@type":"Question","name":"🧼 Cosa scegliere tra un portasapone in plastica e uno in mesh?","acceptedAnswer":{"@type":"Answer","text":"Un articolo in plastica tende a essere più rigido, mantiene quindi la sua forma ma spesso deve essere appoggiato sul pavimento del box doccia mentre ci si sta lavando, risultando un po’ scomodo. Un portasapone in mesh, diversamente, è più versatile perché si può appendere a un gancio oppure al saliscendi della doccia, ma potrebbe essere più complicato da pulire."}}]}